Translate

La Magia del Bianco Magazine

La Magia del Bianco Magazine

venerdì 1 giugno 2012

Rispettoso silenzio




In questi giorni non ho scritto nulla...
non mi sembrava opportuno postare come se nulla fosse successo...quando una parte importante e significativa del nostro paese veniva colpita da un'immane sciagura e, per di più, per la seconda volta nel giro di pochi giorni.
Ma ovviamente la vita va avanti e non avrebbe senso passare il tempo piangendosi addosso e basta.
( e non mi riferisco affatto  alle persone colpite, che sono dignitosissime , ma a chi versa inutili lacrime di coccodrillo...come a L'aquila...magari pensando già a come intascarsi i soldi degli appalti).
E' il momento di reagire e di fare...
e non solo in favore di telecamera...magari consegnando 10 casette di legno per acchiappare voti e poi sparire lasciando le città da ricostruire.





Comunque credo non sia segno di mancanza di rispetto verso queste popolazioni sfortunate se vi auguro
di trascorrere il più serenamente possibile il weekend 
(anche se io sono d'accordo con chi avrebbe evitato la parata del 2 giugno, destinando i soldi alle zone terremotate e non aumentato le accise sulla benzina che hanno ancora quelle per finanziare la guerra in Abissinia del 1935-36 e che serviranno solo a far aumentare tutti i prezzi)
...dandovi appuntamento a martedi visto che lunedi è giornata di lutto nazionale.



Per essere concretamente utili...
leggete QUA 
e fate girare



38 commenti:

  1. La penso come te...evitare la parata del 2 giugno e destinare i soldi alla gente colpita dal terremoto sarebbe stato un bel gesto,credo che tutti la pensiamo così-tranne i politici...sarebbe bello se la parata venisse boicottata dagli addetti ai servizi...buon fine settimana anche a te

    RispondiElimina
  2. What a wonderful post for the people affected by the earthquake. We have see it also here on tv.
    This pictures says more...

    Hugs,
    Patricia

    RispondiElimina
  3. Non è facile trovare le parole...anzi è veramente difficile riuscire a dire qualcosa che non suoni stonato in momenti come questo...solo la speranza che un aiuto concreto arrivi per le persone che hanno perso tutto...
    Un abbraccio Lelia

    RispondiElimina
  4. Cara Mari, grazie per le tue parole sentite e dovute. Frequentando il Cai ho avuto modo di conoscere persone magnifiche, vigili del fuoco, chi fa parte della protezione civile, ragazzi e ragazze che aiutano e si preoccupano di dare una mano e sento da parte loro tutte le difficoltà in cui devono agire e la rabbia per la mancanza di uno Stato vero...dobbiamo riprenderci l'Italia, non se la meritano quelle nullità malefiche che ci ritroviamo!!Un bacio, Barbara

    RispondiElimina
  5. E' sempre difficile decidere cosa fare, cosa dire, quale sia il modo giusto di comportarsi e di dimostrare la propria vicinanza a chi sta soffrendo e ha paura...

    RispondiElimina
  6. carissima Mari, anche io ho avuto la stessa idea, e trovo le tue foto molto adatte perché non ci sono parole ma le foto parlano da se! Baci Barbara

    RispondiElimina
  7. Le istituzioni sono ormai come in un limbo, intoccabili in tutti i sensi.. in una situazione così ci voleva un gesto reale e significativo oltre all'intervento reale sul campo per aiutare le persone in grande difficoltà i questo momento..quando ho sentito che aumentavano la benzina..per carità farei anche di più per aiutare , ma mai che gli venisse in mente di abbassare i loro stipendi inutili.. no per carità..pagarli per scaldare la sedia e pensar solo ai loro affari mi fa una rabbia!..vabbè scusa mi sò sfogata!;-).. mi unisco al tuo augurio..che venga ascoltato dal cielo soprattutto per loro..
    baci

    RispondiElimina
  8. Caro marito,
    Sono anche molto colpito e sopraffatto da questa tragedia, che ha immerso la mia amata Italia in un caos terribile e condivido il dolore di tutte queste persone spaventate, lutto, chi ha perso una persona cara o un amico, una casa e tutte quelle belle monumenti distrutti ... i miei pensieri sono con voi.
    Ti bacio

    RispondiElimina
  9. I was very saddened when I saw this tragedy reported on the BBC news here in England.

    RispondiElimina
  10. Queste tragedie ci lasciano sempre senza parole, è normale e anche doveroso. Purtroppo sono cose imprevedibili che potrebbero colpire chiunque. Niente di male comunque augurarsi un buon fine settimana, sperando che lo sia per tutti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. My thoughts and prayers are for the Italien people......so sad what happend their in your beautiful country....love from me.....xxx...

    RispondiElimina
  12. Da modenese dico grazie per questo onesto silenzio e rispetto e dico solo una cosa, chi conosce la nostra terra sa che non siamo gente che mangia aria fritta!!In questo momento le parole di speranza ci vogliono eccome, ma non sono tutto,noi andiamo più al sodo! e se c'è da star fermi, ok fermi, ma se c'è da fare si fà, si riparte, si apre la serranda tutte le mattine, o si lavora in giardino col pc sulle ginocchia,anche se non dormiamo la notte...quindi che non ci dicano che ci piangiamo adosso, perchè noi siamo pronti, aspettiamo ,e loro?
    Marika

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Cara Mari, è dal 20 giugno che gli emiliani subiscono "una scossa ogni ora o ogni mezz'ora mediamente di 2,5/3,5 gradi"...di forti scosse di almeno "4 gradi in su sono circa 27 scosse in soli 11 giorni" ... così per la cronaca... e non finirà qui perché tutti gli esperti dicono che durerà per parecchio tempo, io spero che si sbagliano ma l'esperienza del passato fa pensare a questo. Da parecchi giorni pubblico pochi post, mi passa la voglia perché il mio pensiero è a loro che soffrono. Anche dai post si vede la sensibilità delle persone verso il mondo che lo circonda, fare finta di niente mi sembra un pò cinico.
    Per quanto riguarda gli emiliani credo che non ci sia niente di male se si piangano addosso anche perché dopo il pianto liberatorio sorge la forza di reagire che contraddistingue questo popolo operoso e se lo Stato lo permette una gestione interna del denaro riusciranno in breve tempo a risollevarsi. Le persone sono umane e non devono sempre dimostrare la decantata dignità che si continua a sentire nelle interviste....ognuno reagisce a proprio modo e se qualcuno fosse disperato cosa c'è di male? Il discorso non è rivolto a te ma a queste frasi fatte che sento in continuazione e che mi infastidiscono... non c'è dignità in un terremoto e le persone hanno tutto il diritto di essere disperati e di piangere! Comunque.....

    Le tue belle foto ben rappresentano la drammaticità della situazione. Ciao Cri e buon weekend a te! : )

    RispondiElimina
  15. Nemmeno io son riuscita a scrivere qualcosa nei giorni scorsi...mi pareva così banale parlare di ricami e simili di fronte a tali notizie...Un abbraccio, Patty

    RispondiElimina
  16. ciao Mari, per la cronaca il mio post programmato per le 8,30 non è partito e l'ho scoperto adesso...alla fine mi è uscita un guizzo polemico, ma tu sei insuperabile nel mettere i puntini sulle i...Sono giorni che ascolto interviste di emiliani dignitosi, ma anche disperati e in lacrime, ma quello che accomuna tutti è la totale mancanza di sfiducia nelle istituzioni, e questa è la cosa più grave!
    Nessuno membro del governo si è degnato di precipitarsi sui luoghi colpiti, non dico come ha fatto il nano che si è prodotto in uno show disgustoso all'aquila...da un estremo all'altro, o i pagliacci o i banchieri disumani...è una vergogna!!
    scusa lo sfogo, ma il tuo post era un bel assist ;-)
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Mari....un vero disastro...sembra la fine del mondo...

    RispondiElimina
  18. Carissima, sottoscrivo ogni parola al 100%!
    Buon fine settimana anche a te
    paola

    RispondiElimina
  19. Io mi chiedo se il capo dello stato si sia mai chiesto cosa ci sia da festeggiare in Italia in questo momento!! Se la cantano e se la suonano da soli....e noi paghiamo!!
    Ciao Mari, a presto.

    Deborah

    RispondiElimina
  20. Ciao mari.. anche io sono rimasta un po' scossa dal tuo post...soprattutto quando parli del terremoto dell'aquila e della gente che piange per ottenere appalti....io sono mantovana ma sonk anche abruzzese di adozione...e mi sono sentita ferita quando hai generalizzato...conosco gente stpenda con una dignita' e un cuore non comune che si rimbocca le maniche prima di piangere..ed altrettanta che piange lacrime djcoccodrillo e non vive quj in abruzzo.. semmai e' da biasimare chi sfrutta queste lacrime per scopi meschini o per farsi propaganda...io purtroppo ho visto e asciugato solo lacrime di dolore nel gesto di sotterrare un figlio che meritatva un futuro diverso....nel mio paese ne abbiamo sotterrati tre..due giovani infermiere e il fidanzato di una di queste.....il dolore e' dolore ...e forse perche' anche noi abbiamo provato ci sentiamo tanto vicino ai nostri fratelli emiliani..,.
    Dalmazia

    RispondiElimina
  21. Ciao mari.. anche io sono rimasta un po' scossa dal tuo post...soprattutto quando parli del terremoto dell'aquila e della gente che piange per ottenere appalti....io sono mantovana ma sonk anche abruzzese di adozione...e mi sono sentita ferita quando hai generalizzato...conosco gente stpenda con una dignita' e un cuore non comune che si rimbocca le maniche prima di piangere..ed altrettanta che piange lacrime djcoccodrillo e non vive quj in abruzzo.. semmai e' da biasimare chi sfrutta queste lacrime per scopi meschini o per farsi propaganda...io purtroppo ho visto e asciugato solo lacrime di dolore nel gesto di sotterrare un figlio che meritatva un futuro diverso....nel mio paese ne abbiamo sotterrati tre..due giovani infermiere e il fidanzato di una di queste.....il dolore e' dolore ...e forse perche' anche noi abbiamo provato ci sentiamo tanto vicino ai nostri fratelli emiliani..,.
    Dalmazia

    RispondiElimina
  22. Ciao mari.. anche io sono rimasta un po' scossa dal tuo post...soprattutto quando parli del terremoto dell'aquila e della gente che piange per ottenere appalti....io sono mantovana ma sonk anche abruzzese di adozione...e mi sono sentita ferita quando hai generalizzato...conosco gente stpenda con una dignita' e un cuore non comune che si rimbocca le maniche prima di piangere..ed altrettanta che piange lacrime djcoccodrillo e non vive quj in abruzzo.. semmai e' da biasimare chi sfrutta queste lacrime per scopi meschini o per farsi propaganda...io purtroppo ho visto e asciugato solo lacrime di dolore nel gesto di sotterrare un figlio che meritatva un futuro diverso....nel mio paese ne abbiamo sotterrati tre..due giovani infermiere e il fidanzato di una di queste.....il dolore e' dolore ...e forse perche' anche noi abbiamo provato ci sentiamo tanto vicino ai nostri fratelli emiliani..,.
    Dalmazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo di essere stata fraintesa...
      io mi riferisco a quell'imprenditore mafioso che all'Aquila era contento del terremoto per poterci lucrare e ai politici che sono andati li a farsi belli per ottenere voti...mentre l'aquila è ancora completamente da ricostruire
      Mi spiace tu abbia pensato ce l'avessi con la popolazione...lungi da me una cosa simile...
      Forse sono troppo arrabbiata con politici e affini e scrivendo di getto...so quello che io ho in testa ma magari uso parole sbagliate...
      io sono solidale al 1000 per 1000 con la popolazione...
      mi aspetto di più da chi deve fare qualcosa...invece di sprecare soldi o dare appunto appalti ai mafiosi.Un abbraccio
      Mari

      Elimina
  23. A martedì, un abbraccio grande Lory

    RispondiElimina
  24. Anche io mi sono chiesta se fosse il caso di fare la parata del 2 giugno.... e mi sono risposta che forse non lo era... Avrei comunque gradito un gesto di solidarietà da parte dei nostri politici...che so una piccola decurtazione dei loro esosi stipendi a favore delle popolazioni colpite.
    Un bacio
    Renata

    RispondiElimina
  25. Non aggiungo nulla...il tuo post e i commenti dicono tutto!
    Grazie cara Mari!
    ...e buon weekend anche a te...non è mancanza di rispetto...è che la vita continua!
    Un abbraccio grande
    Anna

    RispondiElimina
  26. Credo che tu sia stata chiara e concisa nelle tue affermazioni!!! concordo con te e mi auguro che la vita riprenda il suo corso naturale anche per le persone colpite!
    ciao lieta

    RispondiElimina
  27. Grazie per la tua cortesia...
    mi permetto di trasmettere nuovi messaggi...il primo è arrivato alla mia Pro Loco e riporta quanto segue:
    Carissimi Amici,

    vi ringraziamo per la solidarietà dimostrata e siamo molto colpiti dal vostro affetto e dall’intenso interesse che avete per questa nostra iniziativa una “forma di Solidarietà”.

    Visto l’enormità di forme ordinate i caseifici al momento non riescono più ad accettare ordini, e non ci hanno dato tempi precisi su quando potranno riprendere le ordinazioni.
    CI TROVIAMO PERTANTO OBBLIGATI A SOSPENDERE GLI ORDINI DI FORME DI PARMIGIANO REGGIANO FINO A DATA DA STABILIRSI.

    In questi momenti di emergenza anche dare aiuto alle persone ed alle aziende in difficoltà è molto difficile visto le ristrettezze di mezzi e personale.

    UN GROSSO GRAZIE A TUTTI VOI DA PARTE DELLA NOSTRA EMILIA!
    UNPLI Comitato Regionale Emilia-RomagnaVia degli Albergati 1/d40069 Zola Predosa (BO)Tel. 051.754678 Fax 051.6184626emiliaromagna@unpli.info
    .............................
    E QUI VOGLIO DIRE ANCHE IO GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE SENZA SCOPO DI LUCRO MA CON SINCERI FINI DI SOLIDARIETA' HANNO SEGUITO IL MIO APPELLO GRAZIE
    .............................
    il secondo è questo

    Per migliorare i nostri servizi in favore delle Pro Loco abbiamo bisogno di tutta la vostra collaborazione.Visitate il portale www.prolocoemiliaromagna.it e dateci i vostri suggerimenti.

    Il lavoro volontario è una scuola creatrice di coscienze

    ....................
    Ggrazie Mari, e mi scuso di passare attraverso il tuo blog per lasciare questo commento, ma so che molte blogghine ti seguono e quindi potranno trovare utile anche queste informazioni
    Grazie dal profondo del cuore
    dal blog un truciolo Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun problema...è per una giusta causa...non è certo un uso personale del mio blog...
      quindi sono contenta che tu l'abbia fatto
      grazie
      Mari

      Elimina
  28. Ciao Mari, io forse sono controtendenza in questo frangente, perché anziché tacere ho pubblicato piu' post del solito. Non e' per mancanza di rispetto, anzi, mia madre e' ferrarese, ho parenti on quelle zone e vi ho trascorso moltissime vacanze estive. Sono persone che non si arrendono, grandi lavoratori e grandi ottimisti. Dato che considero il blog come una distrazione dai problemi quotidiani ho pensato ci fosse bisogno di distrarsi ancora di più' (senza arrogarmi la riuscita nell'impresa...io ci ho provato!)
    Per quanto riguarda la parata, al di la' del terremoto, mi piacerebbe ci dessero qualche motivo (in piu') per
    essere fieri della nostra Repubblica.
    Ciao e buon week-end a tutti...ci mancherebbe!
    Baci
    Silvia

    RispondiElimina
  29. ciao Mari....i miei pensieri sono identici a quelli di Marika....ma siamo forti....si lavora di giorno e nn si dorme di notte....ma come ben ci conosci...siamo forti e sappiamo lottare....c'è solo bisogno di un'aiuto per ricominciare....grazie di tutto.baci.glo

    RispondiElimina
  30. La terra ci sta togliendo MOLTO manoi Emiliani siamo FORTI!!!!
    Un bacio.
    Morena

    RispondiElimina
  31. Ciao Mari,
    di concerto con le amiche e con il tuo post, mi unisco al coro!
    Un abbraccio. NI

    RispondiElimina
  32. Forlani con il terremoto del 1976 sospese la parata del 2 giugno. E con questo credo di aver detto tutto. Concordo con te, sai bene come la penso. E non voglio dirti cosa penso degli sciacalli che rubano persino le casacche della protezione civile......mi sta uscendo il fumo dal naso da quanto sono fuori di me! Ti abbraccio forte Paola

    RispondiElimina
  33. Un disastro enorme, ma gli emiliani ne usciranno grazie al loro coraggio ed alla loro forza!
    Cinzia

    RispondiElimina
  34. sono davvero rammaricata per ciò che è accaduto..non ci posso pensare troppo perchè la cosa mi intristisce molto..Io abito nel bresciano, sul lago d'Iseo, e quando è venuta la prima scossa nell'emiliano si è sentita moltissimo anche qua e in un paesino della mia zona, in chiesa, si sono staccati dei pezzetti di intonaco e anche qualche giorno fa è ceduto un altro pezzetto, ma nulla di che rispetto a loro! Purtroppo anche stasera abbiamo sentito, per fortuna leggera, una scossa di terremoto che mezz'oretta dopo è stata segnalata in tv e dato come epicentro sempre quelle zone dell'emilia che vanno verso il mantovano..e noi non siamo poi così distanti! Ogni minimo rumore o movimento strano mi fa sobbalzare...noi che comunque non abbiamo subito nulla..Chissà loro che paura ogni volta che capita, chissà come si sentono...mi spiace saperli impauriti e non poter fare niente..Un abbraccio a tutte voi, Kiki♥

    RispondiElimina
  35. eccoci qua
    alle 21.20 abbiam avuto l'ennesima scossa
    la mia casa-la mia chiesa-le mie scuole...X ORA....son ancora in piedi,nn siam nell'epicentro....ANKE SE VICINISSIMI........
    però molti dei miei amici sono,o sfollati.......o addirittura devono vedersi abbattere la casa xkè pericolante
    ...............
    grazie a tutte le persone,che anche attraverso i blog,sono vicine all'EMILIA!!!!!!!

    RispondiElimina
  36. Con te, cara, in ogni tua parola.

    Un abbraccio, forte, e un plauso x il tuo saper essere così rispettosa ed altruista.

    M@ddy

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...